Categoria: Casa

Il mistero della scala a chiocciola di palazzo Barberini

Uno dei più famosi ed ammirati esempi, su scala mondiale, di scala a chiocciola si trova nella nostra bella Italia, per la precisione a Palazzo Barberini a Roma.

La storia di questo gioiello architettonico ci fa tornare all’anno 1623, quando Maffeo Barberini venne eletto Papa (Urbano VIII), nel pieno dell’epoca barocca, e si trovò per questo con l’obbligo di costruire un grande palazzo rappresentativo della sua famiglia che sarà parte attiva nel governo papale. I lavori iniziarono nel 1625. Il progetto venne affidato a Carlo Maderno, l’archittetto più in voga dell’epoca, lo stesso che creò la facciata di San Pietro.

La sua idea iniziale fu quella di creare un grande palazzo quadrangolare, come tutti quelli presenti in città, pero alla fine optò per un modello a due ali, aperto verso i giardini, con lo stile delle ville nobiliari. Maderno prese come aiutante il suo giovane nipote Borromini, e alla sua morte venne sostituito da Bernini che continuò colaborando con Borromini. In questo modo il palazzo è opera di tre architetti di fama universalmente riconosciuta. Durante il suo lungo pontificato, Urbano VIII si fece conoscere per la sua attività di patrocinio artistico, in particolare nei confronti di Bernini con il quale si intendeva alla perfezione. (altro…)

1993 erano in vendita le case per gli sfrattati

Così diceva il giornale del tempo “Il Comune di Lavagna ha deciso di rinunciare a sei alloggi: frutteranno un miliardo. Gli appartamenti al Ponte, costruiti cinque anni fa, non sono mai stati utilizzati. Con il ricavato saranno finanziate numerose opere pubbliche nella zona amare. Entro febbraio sarà pubblicato il bando di assegnazione”.

Torniamo quindi per un giorno indietro nel tempo e vediamo come, un articolo storico, possa farci capire come funzionavano diversamente le cose a quei tempi. (altro…)

[Top]